Corso Operatore Sicurezza Laser

(obbligo di legge)

Per l’ uso di Laser classe 3/4 ( Laser estetico) la Legge ( Decreto Lgs 81/2008 Cap.lo V – Titolo
VIII – Agenti Fisici Radiazioni- e norma CEI 76-6 ) richiede un attestato riconosciuto ed emesso da
Enti accreditati di “ Operatore Sicurezza Laser” L’assenza DI TALE ATTESTATO, in caso di azionE legalE INTENTATA DA UNA CLIENTE INSODDISFATTA e/o DA verifiche DEGLI ENTI PREPOSTI (ASL, NAS),
comporta gravi responsabilità di inadempienza e sanzioni (da 2000,00 A 3000,00 €).

   Caratteristiche corso :

  • Durata : circa 8 ore
  • Frequentabile su piattaforma riconosciuta in modalità “on line”
  • Attestato : superato il test finale si potrà stampare direttamente dalla piattaforma l’attestato riconosciuto in tutta Italia
  • Tematiche : differenza tra luce laser e luce normale, interazione delle radiazioni laser sul corpo (rifrazione, scattering), fototermolisi selettiva, corretta impostazione dei parametri in sicurezza, ecc.

La piattaforma è operativa tutti i giorni, sabato e domenica compresi, a qualsiasi ora

sono consentiti molteplici accessi, facilitando la formazione adattandola ai vostri impegni.

 

Play Video

Iscrizione Corso Operatore Sicurezza Laser

Costo 134,20 € (iva compresa) a partecipante









    Compilare Utente 2 e Utente 3 SOLO se per il medesimo istituto vi sono più partecipanti .



































    FAQ

    SI.

    La formazione dei rivenditori è rivolta al funzionamento del proprio laser (accensione, impostazioni di base, pulizia) mentre la legge (D.Lgs. 81/2008) per l’uso di un laser classe 3/4 richiede un corso riconosciuto emesso da ente abilitato.

    Equivale alla patente di guida per l’auto, mentre l’attestato rilasciato dal venditore è paragonabile alla formazione del concessionario al momento del ritiro dell’autovettura. 

    In caso di sopralluoghi da parte di ASL o Nas viene applicata una sanzione pecuniaria ed il blocco del laser sino ad ottenimento dell’attestato. Inoltre, in caso di azione legale da parte di una cliente insoddisfatta, l’estetista, oltre a perdere la causa, avrà a carico le spese legali e difficilmente potrà beneficiare di una copertura assicurativa.